CHIUDI Informativa

I soppalchi industriali devono rispondere alle normative vigenti inerenti la sicurezza dei luoghi di lavoro e delle costruzioni.

In fase di progettazione è anche necessario attenersi alle eventuali indicazioni specifiche per le zone sismiche.

Questo porta spesso alla necessità di far redigere importanti documentazioni da professionisti specializzati ed ottenere le approvazioni specifiche dei progetti con un notevole incremento dei costi.

Oltre ai costi anche le tempistiche risultano decisamente dilatate con pesanti ricadute economiche ed operative.


È possibile in molti casi realizzare i soppalchi e le scaffalature come opere precarie riducendo decisamente i costi ed in tempi molto rapidi.

Il concetto di opera precaria può essere infatti applicato a molte tipologie di soppalchi e scaffalature che non implicano un cambio di destinazione d’uso o un aumento delle cubature:

  • vani per carico scarico merci;
  • vani di appoggio e deposito momentaneo materiali;
  • soppalchi per magazzinaggio e deposito merci;
  • scaffalature per magazzinaggio prodotti.
Queste strutture, in funzione dell’utilizzo possono essere realizzate sia utilizzando le strutture modulari per soppalchi e scaffalature sia utilizzando strutture appositamente prodotte in carpenteria metallica.

Ciò rende possibile:

  • progettare in funzione della portata che può essere anche molto elevata per sostenere merci e prodotti di peso elevato;
  • rendere accessibile praticamente ogni lato della struttura grazie alle ringhiere mobili facilmente smontabili;
  • affiancare rampe e scale mobili per effettuare il carico e lo scarico;
  • effettuare carico e scarico con muletti, carrelli elevatori o altri strumenti meccanici di carico e scarico.
  • attenersi alle specifiche normative sulle zone sismiche.
Sebbene le normative siano diventate più stringenti anche a seguito di sentenze le strutture ove installare soppalchi e scaffalature – opere precarie sono svariate, sopratutto quando le dimensioni ed esigenze non sono eccessive.

In genere possono considerarsi opere precarie tutti i soppalchi e le scaffalature con la superficie d’appoggio superiore inferiore ai tre metri, inutilizzabili per il passaggio di persone e con una destinazione finalizzata alla risoluzione di esigenze “momentanee” oltre che senza ancoraggi al suolo o a pareti.

  • magazzini e scaffali per negozi;
  • vani di appoggio per esposizione e deposito;
  • depositi per ricambi e prodotti per attività artigianali;
  • magazzini industriali per materiali di consumo;
  • depositi di carico scarico in attività di logistica;

Contattateci senza impegno per verificare la fattibilità ed individuare la soluzione più efficiente, economica e rapida.


È possibile allegare fino a 3 documenti nei seguenti formati:
jpg, jpeg, png, gif, pdf, doc, docx, ppt, pptx, odt, avi, ogg, m4a, mov, mp3, mp4, mpg, wav, and wmv




LEGGI Informativa e richiesta di consenso al trattamento dei dati personaliCHIUDI Informativa

Ho letto le norme sulla privacy e autorizzo l'utilizzo dei miei dati *.

Tutti i campi contrassegnati con * sono obbligatori.


Chiudi il menu